Andamento del 4° trimestre 2011 – Piccole e Medie Imprese della Provincia di Padova

Dalle recenti pubblicazioni statistiche della CCIAA di Padova per le PMI padovane emerge che il  recupero ai livelli pre-crisi delle attività economiche non è ancora completato. Osservando i valori per  la dinamica degli insediamenti produttivi (anagrafica delle imprese), emerge che al 31.12.2011 il totale degli insediamenti a Padova e’ di 111.079 unità, dato che conferma il territorio padovano al primo posto nel Veneto con il 20,1% del totale regionale e al 9° in Italia (11° posto considerando l’industria e il terziario); l’andamento tendenziale però risulta negativo (-0,9% pari in assoluto a -983 unità) per la seconda volta nell’ultimo decennio, dopo la contrazione del 2009 (- 0,3%) determinata in quell’occasione dall’ evoluzione negativa della congiuntura economica globale.

tab1.png

In particolare nelle attività manifatturiere (che rappresentano il 15,9% del totale) si segnala una lieve flessione delle Unità Locali di imprese(-0,4%) con una inversione di tendenza rispetto al 2010 (+0,5%), ma anche per queste attività pesa negativamente il calo delle sedi di impresa (-1,3%).

tab2.png

I dati di produzione denotano nel 4° trimestre 2011 un parziale arretramento della produzione industriale (-0,2%) a conferma della decelerazione rilevata nei primi nove mesi dell’anno rispetto al trend positivo che ha caratterizzato il 2010.

tab3.png

tab4.png

tab5.png

Per il fatturato, il cui trend rimane positivo (+1,2%) ma comunque inferiore ai trimestri precedenti, si evidenzia una certa tenuta realizzata grazie ai mercati esteri (+3,9%) che è da attribuire alla dinamica positiva delle PMI (+1,5% ma contro il +6,1% del trimestre precedente), perdurando il calo nelle imprese con meno di 9 addetti (-7,7%).

Per gli ordinativi possiamo riscontrare un leggero calo rispetto al trend dei fatturati, cosa che valutata in prospettiva futura non un’indicazione positiva.

Per l'occupazione, pur con una variazione positiva limitata, l’andamento appare migliore rispetto ai trimestri precedenti e rispetto al Veneto, in cui permane ancora una dinamica negativa come del resto avviene dall’inizio del 2008. Si nota una parziale crescita (+0,8%) su cui si riflette però solo il risultato per le PMI (+1,1%) dato il calo nelle microimprese (-3,4%). Si deve sottolineare ancora come questi tassi di crescita non consentano il recupero dei livelli occupazionali pre-crisi, considerato che la riduzione media degli occupati nel 2009 e nel 2010 risultò rispettivamente del -4,5% e del -1,6%.

Infine si registra una variazione positiva della componente straniera degli occupati (+2,3% rispetto alla stazionarietà del Veneto) superiore a quella rilevata nel trimestre precedente (+0,7%), ma anche qui principalmente per effetto di maggiori opportunità di impiego nelle PMI (+2,3%), pur se anche nelle MCI il trend e’ positivo (+1,6% contro il -6% del trimestre precedente).

Fonte: Centro Studi CCIAA Padova